KROSS 88 PLATINUM EDITION

Korg



prezzo: 890,00 euro


Korg KROSS 88 »Platinum Edition «

Una WorkStation davvero potente e versatile, ci consente di «Suonare e via!...», oppure di addentrarci nei meandri della programmazione dei suoni o dell’ arpeggiatore, nelle innumerevoli impostazioni degli effetti digitali o dei midi controller (switch , pedali, mod. wheel ) di cui la tastiera può disporre.




SINTETIZZATORE -

La sez. synth può essere affrontata con la semplicità quasi d’una tastiera "arranger", navigando nel vasto repertorio dei preset di fabbrica con due "alpha-dyal", il primo per selezionare la "famiglia" timbrica (pianoforti, organi, ottoni, archi, synth pad, ...), il secondo per scorrere tutti i preset appartenenti al gruppo prescelto. Ugualmente semplice splittare o sovrapporre in layer due preset sulla tastiera: sul pannello è presente un tasto per ciascuna delle due funzioni, e via!
Per chi ama personalizzare il proprio strumento non v’è che da perdersi nelle pagine di edit degli oscillatori (basati su una ricca wave-table ), dei filtri, e delle altre risorse abbinabili ad un preset: sì, perché a ciascun »Program« sono associati anche una Drum Track (un pattern della batteria el.) ed una serie di istruzioni per l’ Arpeggiatore (un disegno ritmico presettato o da creare da zero).
Come da tradizione Korg, più »Program« possono essere organizzati insieme, in una »Combi«! Ciascuna Combi(nation) può ospitare fino a 16 program, liberamente organizzati per quanto riguarda lo split e il layer!! Quando la KROSS è impostata nel modo »Combi« può disporre di due(!) Arpeggiatori, ciascuno col proprio schema di intervalli (...e pause) da (e)seguire. Ciascuna delle 16 parti di una Combination può lavorare sia con suoni interni alla KROSS che gestire suoni esterni via midi.



SEQUENCER -

Il Sequencer riunisce in sé diverse funzioni oltre quella del tradizionale sequencer midi a 16 tracce, capace di 128 song; queste diverse funzioni sono indipendenti per la programmazione, ma sicronizzate metronomicamente:
a) Drum Track,
b) Arpeggiatore,
c) Step Sequencer.
Tutte da scoprire anche le funzioni del looping , attivabile in registrazione o in riproduzione, su singole tracce o su tutte le tracce, su specifiche battute o sull’intera song, ....
Un sequencer potentissimo, ...e il suo contenuto va salvato su SD-card prima(!) dello spegnimento della KROSS. Molta parte del lavoro svolto e delle impostazioni può essere salvato a bordo della macchina come Template per essere utilizzato come materia-base di partenza nel comporre/arrangiare future song.



D. S. P. -

Il processore di effetti della KROSS mette a disposizione 134 diversi tipi d’effetti di altissima qualità.
Si distinguono in "Insert Effects" (fino a 5 insieme) ed in "Master Effects" (fino a 2 insieme). Una sez. mixer organizza il loro routing, mentre un certo numero di parametri midi consentono un controllo in tempo reale degli effetti (sorgenti di controllo: mod. wheel, tempo sync, ...).
La KROSS ha un registratore audio integrato che può catturare fonti esterne collegate agli ingressi della workstation, ma può anche salvare l’esecuzione che avviene sulla stessa macchina: in questo caso anche il processamento ottenuto dai D. S. P. è acquisito nella registrazione audio (com’era lecito attendersi...).



ARPEGGIATORE -

...che molti confondono con un arranger! (anatema! anatema! anatema sia!)
Mai sarà ripetuto a sufficienza l’invito a seguire i preziosi tutorial ... dell’insostituibile ed inossidabile Enrico Cosimi , generosamente messi a disposizione in rete, insieme con molto altro materiale in .pdf facilmente reperibile.
Una salutare gita turistica sui synth insieme con l’Esimio Dott. M° Cosimi (quelli analogici, s’intende! ...i modulari, in particolare, suoi e nostri prediletti), e si tornerà per forza con le idee molto più chiare su cos’è davvero un synth, quale ruolo può avere nelle mani di un musicista consapevole, e come si sfruttano appieno i suoi componenti. Arpeggiatore incluso :-) !!
C’è in giro per la rete molta conoscenza di base, filantropicamente resa fruibile "a costo zero", ma imprudentemente trascurata da molti musicisti, ...da molti che ...suonano, laddove sarebbe una conoscenza indispensabile per capire un manuale-delle-istruzioni-scritto-BENE (se ne trovano ancora), indispensabile per capire un (raro!) articolo-scritto-BENE.
Terminata la mia noiosa digressione, torno alla descrizione (molto) riassuntiva di una macchina complessa - non complicata! anzi: tutt’altro... - come la Korg KROSS, che la Korg ha costruito nel "taglio" a 5 ottave, o a 88 tasti pesati (quella che io propongo a € 890 è la vers. Platinum , indubbiamente più elegante rispetto all’abito tutto nero della Kross 88 :-)



DRUM TRACK -

Una risorsa in più. Non è l’arpeggiatore. Ma si aggiunge ad esso.
E per la Drum Track vale quanto (non l’avevo ancora detto) è possibile anche per l’Arpeggiatore: una volta selezionato un »Program« o una »Combi«, questi automatismi possono partire sùbito, alla prima nota che suono sulla tastiera, oppure restare lì a disposizione ed essere attivati da pannello con i tasti dedicati.
In ogni caso i pattern e della Dr.Tr. e dell’Arp. (con la velocità metronomica che per loro vogliamo preimpostare) sono memorizzati col preset selezionato (»Program« o »Combi« che sia), essendone parte integrante. Ottimo davvero!!



- C O N C L U S I O N I -

Terminata la panoramica, necessariamente sommaria, non resta che provare di persona la KROSS, o seguirne qualche demo...; potente come un synth professionale, versatile come una workstation ad ampia programmabilità, polifunzionale come poche.
L’utilizzo in studio è motivato dalla qualità timbrica davvero elevata: la resa del PIANOFORTE ACUSTICO si distanzia notevolmene dai maldestri tentativi di precedenti tastiere Korg, pur di successo...! le emulazioni di ORGANO ELETTROMAGNETICO hanno "carattere" come poche altre macchine (apprezzabile tanto coi suoni più "tranquilli" che con quelli variamente distorti, e supportato da una emulazione degli ..."altoparlanti rotanti" che si rivela decisamente all’altezza della situazione); dagli ARCHI sono finalmente scomparse mosche e zanzare :-))); i TIMBRI SINTETICI (pad, suoni "evolutivi", i monofonici, ...ecc.) riempiono egregiamente tutto il range delle frequenze udibili, senza pecche agli estremi, e senza invadenze, come si addice ad un costruttore di synth di lunga e blasonata esperienza; i DRUM KIT sono "acustici" e realistici quando serve, altrettanto "sintetici" quando un diverso contesto estetico-musicale lo richiede.
Ma - a mio modesto avviso - questa macchina offre il massimo della soddisfazione e del divertimento nelle performance dal vivo: suonare gli ottimi preset e coinvolgere la Drum Track o l’Arpeggiatore nell propria esecuzione live costituisce probabilmente uno degli utilizzi più gratificanti della KROSS!